BOXWARS: Battaglie a suon di cartoni

Da quasi vent’anni in Australia il 26 Dicembre (il cosiddetto Boxing Day, ovvero il giorno successivo al Natale in cui si scartano i regali) si celebra annualmente un bizzarro festival che prevede la messa in scena di cruente battaglie dove i partecipanti duellano usando armi, armature e addirittura veicoli fatti esclusivamente di cartone riciclato.

Pic by Prudence Upton

Ma partiamo con ordine:

Ci troviamo a Melburne, Australia, nel 2002 e i due amici Hoss Siegel e Ross Koger durante una festa iniziano “dignitosamente brilli” (cit.) a colpirsi con dei tubi di cartone; trovando la cosa particolarmente divertente, notano l’innocuità della “colluttazione” e di come una persona possa sfogarsi lasciandosi andare, liberando la propria bellicosità in sicurezza.

Da questo semplice concetto i due amici si posero la domanda: “fin dove si potrebbe spingere questa idea?”.

Ebbene da quel giorno iniziarono a costruire delle armi e delle armature sempre più elaborate utilizzando esclusivamente cartone riciclato, un materiale che si dimostrò essere molto duttile e versatile, allo scopo di duellare valorosamente nel retro di casa.

Via via che altri amici si aggiungevano all’iniziativa, gli spazi iniziarono a diventare stretti e, pertanto, la “battaglia” si spostò al parco di Melbourne.

Con sorpresa dei nostri guerrieri di cartone, la “manifestazione” attirò l’attenzione di molti frequentatori del parco, tant’è che Ross e Hoss decisero di riproporre la battaglia regolarmente ciascuno degli anni successivi, allargando sempre più la risonanza dell’evento, il numero dei partecipanti e, soprattutto, la complessità delle loro creazioni.

Con questo Ross e Hoss (ormai ufficialmente autoproclamatisi Supreme Overlords of Boxwars) diedero vita a uno dei festival itineranti più strani (e divertenti) presenti in Australia: le Boxwars.

Ogni nuova edizione ha un tema specifico e solitamente con costruzioni sempre più grandi ed elaborate rispetto all’anno precedente.

La quantità di dettagli è impressionante (Pic by Tania Jovanovic)

Per citare qualcuna delle creazioni più bizzarre, oltre a un variegato ventaglio di armature medievali e spadoni, abbiamo: un’orchestra al completo con strumenti di cartone, un’intera legione di soldati romani con tanto di bighe e torri d’assedio, un Monster Truck di 3 metri di altezza, una portaerei in tema Top Gun, un carro armato a grandezza naturale, dei robot alti 4 metri e molto altro ancora.

Ross Koger immortalato con affianco due canguri di cartone (Pic by Jake Nowakowski)

Ross Koger in una intervista ha affermato:

The main point of Boxwars is not to win, there are no winners in Boxwars, there’s only losers.

(trad. “L’obiettivo delle Boxwars non è vincere, non ci sono vincitori nelle Boxwars, solo perdenti”)

Con l’aumento della fama di questa manifestazione, stanno emergendo delle associazioni di guerrieri di cartone anche in altri paesi del mondo (come Olanda, Canada, Scozia e Russia) e, non so voi, ma personalmente ci sto facendo seriamente un pensiero a parteciparvi!


[extra: in una puntata della 18° stagione (Rome-Old and Julie-Eh) della serie I Simpsons, Bart e Lisa costruiscono un fortino e delle armature di cartone molto simili a quelle delle Boxwars. Vorrei poter dire che i Simpsons abbiano predetto anche questo, ma ahimè la puntata andò in onda la prima volta nel 2007, mentre le Boxwars iniziarono nel 2002.]



Bibliografia:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: